CHIRURGIA E PARODONTO

DI COSA SI OCCUPA LA PARODONTOLOGIA?

La parodontologia si occupa della parondontite, malattia delle gengive, volgarmente detta “piorrea”. La parodondite (malattia parandontale) è una malattia infettiva, causata da batteri, come del resto la carie, ma in questo caso gli agenti patogeni sono differenti. La gravità delle manifestazioni dipende sia dai batteri (la causa), che oggi sono stati individuati, sia da fattori legati all’organismo che li ospita (i fattori che predispongono). Questi sono di due tipi: i modificabili e i non modificabili. I primi sono rappresentatati dalle abitudini di vita come il fumo, il tipo di alimentazione e l’igiene orale, gli “stili di vita”, i secondi sono legati all’ereditarietà cioè alla morfologia e allo spessore dei diversi tessuti intorno al dente fino alla capacita di difesa.

Quali sono i sintomi di chi soffre di questa patologia?

  • Sanguinamento gengivale
  • Presenza di placca e tartaro
  • Alitosi
  • Rotazione gengivale
  • Sensibilità al caldo e al freddo

Malattie come il diabete, i disturbi immunitari, malattie renali, ecc. possono favorire il manifestarsi della parodontopatia la quale ha una incidenza molto alta specie negli adulti (50-95%). Segni e sintomi sono rappresentati da: sanguinamento gengivale, spontaneo o dopo spazzolamento, presenza di placca e tartaro, alitosi , rotazione gengivale (denti che sembrano allungarsi), sensibilità al caldo ma soprattutto al freddo fini alla mobilità e alla caduta dei denti.

La parondotopatia si cura nello studio del dentista con sedute d’igiene orale più o meno frequenti, curettaggi, levigatura delle radici fino ad arrivare ad interventi sulle gengive e sui tessuti sottostanti e, non meno importante, con il controllo dei fattori di rischio (alimentazione, fumo, stress) ed una buona igiene orale.

Le “relazione pericolose delle malattie gengivali”: da sapere che la malattia parodontale rappresenta un rischio per l’intero organismo.
La continua presenza di batteri a livello gengivale disturba la salute, oggi sussistono sufficienti ricerche per affermare una correlazione tra la parondontite e le aterosclerosi con le sue varie manifestazioni: ipertensione, cardiopatia, ischemia cerebrale; infezioni polmonari, specie nei soggetti intubati, diabete, obesità, parti prematuri (rischio aumentato di 7 volte), oltre alle “storiche”, in quanto conosciute da lunga tempo, endocardite e malattie reumatiche.
Quindi da tenere a mente lo slogan coniato dalla Società Italiana di Parodontologia “l’igiene orale aiuta il cuore “ oltre che a farci apparite migliori e a ridurre l’alitosi.

La malattia parodontale rappresenta un rischio per l’intero organismo

  • Ipertensione
  • Cardiopatia
  • Ischemia celebrale
  • Infezioni polmonari
  • Diabete
  • Obesità
CONTATTACI

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il form con la tua richiesta. Un nostro incaricato la contatterà il prima possibile.

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo le condizioni espresse nella Privacy Policy.